AVVISO DI PROROGA E RETTIFICA

a cura di Comune di Cavagnolo

BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE COMMERCIALI E ARTIGIANALI DEL TERRITORIO COMUNALE DI CAVAGNOLO

Nell’ottica di garantire la più ampia partecipazione al Bando e in considerazione delle gravi difficoltà economiche conseguenti all’emergenza sanitaria ancora in corso, nella seduta di Giunta comunale del 5 marzo 2021 l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di rettificare parzialmente il bando in oggetto eliminando i requisiti previsti dall’art. 4 c.3 e 4 del bando, relativi all'assolvimento degli obblighi contributivi, previdenziali e assistenziali e regolarità DURC, nonché l’assenza di contenziosi di qualsiasi genere con il Comune di Cavagnolo e la regolarità del  pagamento dei tributi locali.

Il nuovo testo dell’articolo in questione è pertanto il seguente:

“ART. 4 – Soggetti beneficiari

Sono ammesse a fruire del contributo le piccole e micro imprese che svolgono attività economiche, artigianali e commerciali attraverso un'unità operativa ubicata nel territorio del Comune di Cavagnolo che:

  1. Siano regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese;
  2. non siano in stato di liquidazione o di fallimento e non siano soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo;

Come indicato dalla Raccomandazione 2003 361/CE della Commissione del 6 maggio 2003, si definisce:

  • Piccola impresa un’impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro;
  • Microimpresa un’impresa che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro.”

In considerazione della suddetta modifica, si è convenuto sulla necessità di un differimento dei termini ormai in scadenza rinviando la nuova scadenza al giorno 22 marzo 2021.

Il modulo rettificato da completare è disponibile sul sito istituzionale www.comune.cavagnolo.to.it, nella sezione “Bandi di gara e Concorsi“.

Le domande già presentate saranno tenute valide e non si procederà con il controllo dei requisiti soppressi.

Torna indietro