A RIGUARDO DEI NUMERI DEL CORONAVIRUS, A CAVAGNOLO

a cura di Comune di Cavagnolo

Aggiornamenti del Sindaco

Cari concittadini,
rispetto alla settimana scorsa la situazione a Cavagnolo non è mutata e in questo caso vale decisamente il detto “nessuna nuova, buona nuova”.

Dall’inizio dell’emergenza alla settimana scorsa abbiamo avuto 3 decessi accertati per coronavirus, tutti con età superiore a 70 anni: ai nostri concittadini scomparsi vanno i nostri pensieri, insieme alle condoglianze alle famiglie.

Attualmente contiamo 4 cittadini positivi al coronavirus: 3 sono ricoverati in ospedale, 1 sta seguendo terapie domiciliari. Nulla è cambiato rispetto all’ultimo aggiornamento: non ci sono nuovi casi e stiamo continuando a dare assistenza domiciliare al cittadino positivo e ad altri 4 soggetti in quarantena segnalati dall’ASL.

Vogliamo pensare che questo “assestamento” sia anche dovuto all’osservanza delle prescrizioni da parte della cittadinanza, oltre che ai presìdi, agli appelli e ai controlli. Ma sappiamo bene che il contagio è dietro l’angolo, i casi sono possibili dall’oggi al domani. E allora l’attenzione deve mantenersi SEMPRE al massimo livello: le misure adottate sono draconiane ma giuste, anche quando le sopportiamo poco.

Grazie a tutti voi cittadini che state a casa, a chi lavora e a chi vorrebbe lavorare, a chi fa la spesa una volta alla settimana, a chi esce di casa lo stretto necessario, a chi aiuta un vicino di casa, a chi sorride invece di lamentarsi. Grazie agli anziani che più di tutti subiscono le limitazioni dei rapporti sociali. Grazie ai bambini e ai ragazzi che vivono l’esperienza della didattica a distanza, grazie alle insegnanti che la stanno attuando. Grazie ai carabinieri, al vigile, ai dipendenti comunali, a tutti i volontari impegnati nei tanti servizi attivi. Grazie agli infermieri, ai medici, agli operatori sanitari: quelli di Cavagnolo e quelli di tutto il mondo.

Stiamo scoprendo che nei nostri paesi c’è un cuore grande fatto di piccoli e grandi gesti, ma di questo avevamo pochi dubbi.
L’ho fatta lunga e me ne scuso, da parte nostra ce la stiamo mettendo tutta.

E torneranno giorni migliori.

Un caro saluto,
Andrea

Torna indietro